Avvio veloce Top
 
ricerca
 
[15/03/2006] Generale
Banca Agrileasing, crescita a due cifre anche nel 2005
L’azienda tra le migliori del mercato resta saldamente quinta nella classifica italiana BANCA AGRILEASING, CRESCITA A DUE CIFRE ANCHE NEL 2005. Lo stipulato supera i 2,3 miliardi euro e fa un + 23,4% rispetto al 2004
Banca Agrileasing nel 2005 fa meglio del mercato. Lo stipulato ha raggiunto quota 2,3 miliardi di euro con una crescita, rispetto allo scorso anno, pari al 23,4%. Un risultato ottenuto anche grazie ai 17.245 nuovi contratti (+14,3% rispetto al 2004). A tirare la volata ai risultati è stato, soprattutto, il comparto immobiliare con un salto negli importi pari al 31% (nel dettaglio la variazione è di +12,4% per gli immobili da costruire e di + 42% per il costruito). Con i 1.604 contratti chiusi il leasing immobiliare ha portato a casa 1.284 miliardi di euro.
La tendenza a superare la media del mercato si è manifestata anche per altri settori. Della forte crescita ha beneficiato il settore del targato il cui risultato complessivo si riassume in 7.745 contratti per uno stipulato di quasi 303 milioni i di euro  (+13,1%). Sullo stesso piano anche lo strumentale. Nel 2005 il settore più tradizionale ha messo a segno 7.819 contratti per oltre 694 milioni di euro, con un aumento rispetto al 2004, del 12,7%. Non da meno è stato anche il settore aeronavale dove Banca Agrileasing ha registrato una notevole crescita rispetto al 2004 con un importo pari a 24 milioni di euro risultato di 77 contratti.
I risultati maturati hanno consentito a Banca Agrileasing di mantenere la quinta posizione nella classifica delle società italiane . I migliori risultati di sempre con la migliore quota di mercato di sempre (5,2%) . La crescita di Banca Agrileasing, però, oltre ad essere maggiore di quella generale del mercato è superiore a quella dei principali competitor, eccezion fatta per Banca Italease e del GruppoSelmaBpm. L’azienda ha poi registrato, tra le “grandi”, il miglior risultato in termini di crescita del numero contratti (+14%), a fronte di una stagnazione delle principali aziende e del mercato complessivo (+0,6%); unica insieme a Locat tra le prime 10 a crescere in tutti i comparti di prodotto.