Avvio veloce Top
 
ricerca
 
[09/12/2009] Generale
BANCA AGRILEASING FINANZIA LA CENTRALE FOTOVOLTAICA DI NARNI
Stipulato un project leasing in provincia di Terni da € 12 mln
per EDF EN Italia e TerniEnergia
Banca Agrileasing, la banca per l’impresa del Gruppo bancario Iccrea (Credito Cooperativo), ha stipulato un’operazione di finanziamento in project leasing con Energie S.r.l., joint venture paritetica fra EDF EN Italia S.p.A. e TerniEnergia S.p.A. L’operazione, che prevede un investimento complessivo di 12 milioni di euro, permetterà di realizzare un impianto fotovoltaico di potenza pari a 3,1 MWp situato a Narni (TR), la maggiore installazione costruita in tutta la regione.
EDF EN Italia è la branch italiana del gruppo EDF Energies Nouvelles, quotato sull’Euronext di Parigi per una capitalizzazione di € 3 miliardi circa e filiale specializzata nella produzione di energia da fonti rinnovabili del gruppo francese EDF, uno dei principali operatori mondiali nella produzione e distribuzione di energia elettrica.
TerniEnergia, società quotata dal 2008 sul mercato italiano, opera nel settore delle energie da fonti rinnovabili ed è attiva particolarmente nel fotovoltaico come fornitore di sistema (system integrator). Al 30 settembre 2009, TerniEnergia ha realizzato circa 122 impianti fotovoltaici per una potenza installata complessivamente di circa 36 MWp, affermandosi come uno dei principali operatori nazionali, caratterizzato da un’importante esperienza industriale e conoscenza del settore.
L’operazione di finanziamento è stata finalizzata dal Team Project Finance di Banca Agrileasing, e conferma il forte interesse ed il contributo che il Credito Cooperativo esprime a favore degli investimenti nelle energie rinnovabili. L’operazione vede anche la partecipazione, come banca depositaria, di BCC Crediumbria - Banca di Credito Cooperativo.
La centrale elettrica, grazie ai suoi 14.000 pannelli di silicio poli-cristallino, genererà in un anno una produzione di circa 3,9 milioni di KWh, sufficienti a soddisfare il fabbisogno di circa 1.500 famiglie. L’iniziativa, collocata nelle vicinanze di Narni (TR) sarà in grado di contribuire alla difesa dell’ambiente in termini di riduzione delle emissioni, grazie al minore consumo di combustibili fossili, per un abbattimento complessivo di 45 milioni di Kg di anidride carbonica e la riduzione di 20 mila tonnellate di petrolio.